Header

Chi Siamo

CST Sistemi Sud srl, Viale della Repubblica n. 8, 84047 Capaccio

Tel. 0828-730085, 724817, 730587 Fax: 0828-727929 P.I. 03564090656

La Società Sistemi Sud srl fu costituita nell’anno 1999 dal Comune di Capaccio, da Studio K di Reggio Emilia e da Tecnicomp di Cremona, con capitale sociale di lire 70.000.000 al 51% pubblico e 49% privato e con lo scopo di fornire un supporto informatico per la gestione dei servizi degli Enti pubblici e per la commercializzazione di hardware, software, assistenza e manutenzione.
Fin dalla sua costituzione ebbe come obbiettivo primario la promozione dell’innovazione tecnologica e la diffusione delle competenze specifiche nel mondo dell’informatica per gli Enti Pubblici.

Con le suddette ditte private, produttori di software gestionali per Enti pubblici, sottoscrisse convenzione per la commercializzazione in esclusiva per la Provincia di Salerno dei loro prodotti applicativi e dell’assistenza, manutenzione e formazione.

La Sistemi Sud subentrò, immediatamente, nella gestione dei prodotti informatici dei Comuni clienti delle su indicate ditte, di considerevole numero (circa 33), e si attivò, a bandire corsi di formazione per l’utilizzo degli applicativi, compresa la normativa tecnico-giuridica di riferimento ed ad aumentare il numero degli Enti clienti e dei soci, favorita dalla normativa vigente (art. 113 bis del D.Lgs. 267/2000) che consentiva ai Comuni l’affidamento diretto alle Società miste.

Negli anni a seguire la compagine societaria degli Enti pubblici aumentò, di parte pubblica a n. 16 Comuni (Castelnuovo C.to, Ceraso, Giffoni Sei Casali, Gioi, Orria, Ottati, Perito, Pisciotta, Pollica, Prignano Cilento, San Rufo, Stio, Trentinara, Casal Velino, Capaccio e Sarno) e di parte privata n. 6, tra ditte e consulenti informatici (Studio K, Tecnicomp, Fontel, Infotel, Dario Folloni e Giuseppe Passeri); e si incrementò il numero degli Enti clienti (Comuni, Comunità Montane, Aziende di soggiorno).

Per la gestione dei servizi la Società utilizza dipendenti e collaboratori, avviati con contratti a progetto (Legge Biagi), attualmente ammontano a 25 unità.

Nel 2000 per far fronte alla crisi del settore informatico, avviò nuove iniziative su attività che utilizzavano supporti informatici, quale la gestione diretta dei tributi, la riscossione coattiva, la numerazione civica, la gestione informatica del territorio (GIS), la gestione del punto clienti Inps ed Enel, ed altri servizi minori (firma digitale, posta certificata, protocollo informatico, consulenze e caricamento dati).

Nel 2003 ampliò l’oggetto sociale inserendo le ulteriori attività che i Comuni soci e clienti richiedevano e deliberò l’aumento di capitale ad € 103.020,00, per permettere l’ingresso del Comune di Agropoli nella compagine sociale.

Nel 2005, per sopperire alle problematiche create dalla riforma dell’art. 113 del D.Lgs. 267/2000 sugli affidamenti diretti e per poter partecipare al bando CNIPA per la candidatura a Centro Servizi Territoriale (CST), si è trasformata in società di capitale interamente pubblico ed ha avviato, presso i Comuni della Provincia di Salerno, una grossa campagna di adesione alla compagine sociale e di partecipazione al progetto CST, inviando a questi, alle Comunità montane ed alla Provincia di Salerno la relativa documentazione di partecipazione.

I Soci privati ritenendo giusto ed indispensabile l’iniziativa e sensibili alle problematiche create dalla riforma dell’art. 113 del D.Lgs. 267/2000, hanno accettato la richiesta dei soci di parte pubblica di uscire dalla compagine sociale ed hanno venduto, al valore nominale, le proprie quote ai soci Pubblici. L’aumento del dimensionamento degli abitanti (30.000 abitanti in Enti al disotto dei 5.000, altri 30.000 al di sotto dei 20.000 ed un bacino almeno di 150.000 abitanti) ha impegnato tutto lo staff della Società ed i rappresentanti dei Comuni soci.
La Società è riuscita a presentare la propria candidatura, nei termini di scadenza del bando CNIPA e del Bando Regionale, a CST della Provincia di Salerno, con un aggregazione tutta provinciale di n. 408.419 abitanti ed un progetto di circa 2.000.000,00 di euro.